mercoledì 23 aprile 2008

E' una faccenda personale.



NEW: LE SCONFORTANTI REAZIONI DELLA STAMPA ESTERA!


"Sarà un caso, ma alla fine la cifra del prestito destinato dal governo ad Alitalia, nella forma legulea di “intervento di salvaguardia dell’ordine pubblico” per non incorrere in qualche sanzione dell’Unione Europea, è stato proprio quello ipotizzato dal Cavaliere. Di fatto, con ieri il governo Prodi ha seguito a ruota l’Air France e ha chiuso il fascicolo Alitalia per consegnarlo Berlusconi. Il futuro Premier ha intenzione di giocarsi la partita da solo, avvalendosi di Gianni Letta e dell’uomo che si sta dando da fare per mettere insieme la cordata italiana, Bruno Ermolli. «Sarò io a condurre il gioco su questo argomento - ha spiegato a molti dei futuri ministri, a cominciare da quello dell’Economia Giulio Tremonti - perchè è una sfida su cui ho speso il mio nome e me ne occuperò personalmente»."
[...]
"In questo modo tra la cordata italiana, la collaborazione di altre compagnie internazionali garantita da capi di Stato amici, la possibilità di intervenire con risorse dello Stato, un piano industriale che riduca gli esuberi a cominciare da quelli del personale (ieri Fini ha lanciato un segnale ai sindacati) il Cavaliere avrebbe più di una carta per vincere quella che giudica, appunto, alla stregua di «una sfida personale, di una promessa fatta agli elettori»."
Fonte: la Stampa

QUALCUNO GLI SPIEGA CHE NON E' UNA SUA FACCENDA PERSONALE PER FAVORE????

"Ma dire che la richiesta di Berlusconi sia stata accolta in un clima di piena collaborazione bipartisan sarebbe assolutamente sbagliato. Chi lo ha sentito descriveva Prodi furibondo: "Hanno messo nel cestino l'unica cosa buona che avevamo", si è sfogato il presidente del consiglio uscente. E lo stesso ministro dell'Economia parla del Cavaliere senza citarlo: "La persona che probabilmente presiederà il governo, ha contribuito a far sì che la soluzione Air France tramontasse, perché convinto di poterne proporre una migliore. Con questo prestito abbiano dato una possibilità alla soluzione che autorevolissimamente è stata data come sicura". Ironia della sorte sarà proprio il ministero di uno dei più scettici, Bersani, a concedere quei 300 milioni dal fondo rotativo per la ricerca e l'innovazione nelle imprese.

Da adesso l'ostacolo si chiama Bruxelles che informalmente ha già fatto sapere che "I fondi non potranno essere sbloccati comunque prima del nostro via libera. Ci vorrà qualche settimana". Inoltre fonti Ue annunciano "uno scrutinio severo, visto che la motivazione dell'ordine pubblico per giustificare un finanziamento non ha precedenti in Europa"."
Fonte: La Repubblica

Comunque è quasi confortante vedere che l'Italia, nonostante sia indebitata fino al collo e totalmente senza soldi, sia in grado di accollarsi un debito per tenere in vita un'impresa fallimentare, dopo aver demolito le trattative per salvarla. Considerando che l'Alitalia perde 1-1,5 milioni di euro al GIORNO, 3oo milioni bastano si e no a tenere attaccata la spina fino a novembre; il debito va risanato entro dicembre 2008... (ci credete voi?)
Non so, c'è qualcosa che non mi convince.
L'Argentina si avvicina!
Pessimismo e fastidio.

APPROFONDISCI

che vergogna....

Nessun commento:

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva