lunedì 9 giugno 2008

Manifesto dei Comuni Virtuosi

The image “http://www.comunivirtuosi.org/templates/js_jamba/images/style1/logo.png” cannot be displayed, because it contains errors.

Dalla consociazione degli acquisti
alla consociazione delle esperienze
Dal sogno al progetto

Manifesto dei Comuni virtuosi
Il presente Manifesto rappresenta i Comuni e i cittadini che aspirano a convertire in
progetti concreti i sogni e le utopie realizzabili.
Il Comune virtuoso ama il proprio territorio, ha a cuore la salute, il futuro e la felicità
dei propri cittadini. Il Comune virtuoso adotta tutte quelle misure che diffondono
nuove consapevolezze e realizzano politiche concrete legate alla decrescita felice,
alla sobrietà e al buon senso.
Intervenire a difesa dell’ambiente e migliorare la qualità della vita è possibile. Questa
possibilità la vogliamo vivere non più come uno slogan ma come possibilità concreta,
consapevoli che la sfida di oggi è rappresentata dal passaggio dalla pur importante
enunciazione di principi alla prassi quotidiana.

I Comuni virtuosi hanno dimostrato che:
  • È possibile (ed economicamente conveniente) ridurre i consumi energetici degli edifici pubblici;
  • E possibile (ed economicamente conveniente) ridurre l’impronta ecologica acquistando prodotti verdi ed ecologici;
  • E’ possibile (ed economicamente conveniente) ridurre l’inquinamento atmosferico promuovendo una mobilità sostenibile;
  • E’ possibile (ed economicamente conveniente) promuovere la raccolta differenziata porta a porta spinta ed attivare progetti concreti tesi alla riduzione della produzione dei rifiuti
  • E’ possibile incentivare nuovi stili di vita nelle comunità, attraverso strumenti quali banche del tempo, gruppi di acquisto solidale, favorendo il più possibile l’autoproduzione di beni e lo scambio di “servizi”, sottraendoli al mercato per una società della sobrietà e della decrescita felice.
  • I Comuni virtuosi hanno dimostrato che…un altro mondo è possibile.

Comuni di:
Monsano (AN)
Vezzano Ligure (SP)
Colorno (PR)
Melpignano (LE)

2 commenti:

lucilla ha detto...

Mi chiedo...non si potrebbe patrocinare l'adesione a questa rete a tutti i comuni italiani, inviando e.mail o comunicazioni scritte...in maniera capillare, magari chiedendo ai cittadini di ogni comune di inviare a loro volta la richiesta al loro Comune...non so..anche magari con il patrocinio del PBC, potremmo fare la proposta a Monia, sarebbe un "uscire" sul territorio. Cosa ne pensi?

Alfiere ha detto...

.... ne penso che al massimo è un iniziativa che possiamo portare avanti a livello personale... il partito PBC non ci dà retta

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva