mercoledì 25 giugno 2008

Notizie dalla realtà parallela

Berlusconi: giudici politicizzati metastasi della democrazia. Fischi dalla Confesercenti
Silvio Berlusconi

Dal vocabolario online De Mauro:
Pudore, pu||re
s.m.
1a CO sentimento di ritrosia, vergogna e riserbo, spec. per ciò che concerne la sfera sessuale: turbare il p., non avere p.
1b TS dir., la decenza, il decoro in quanto sanzionati dalla legge: oltraggio al p.
2 CO estens., discrezione, rispetto per la sensibilità altrui | ritegno, misura: abbi almeno il p. di non farti più vedere | LE riservatezza, riserbo: il pudor mi fa vile, e prode l’ira (Foscolo)
In qualunque accezione lo si intenda, credo che questa parola sia stata del tutto depennata dal vocabolario del presidente del consiglio!
Giustizialismo, giu|sti|zia||smo
s.m.
1 TS polit., dottrina e prassi politica che ispirarono il governo dell’uomo politico argentino Juan Domingo Perón (1895–1974), caratterizzate da un acceso nazionalismo e da un programma di riforme sociali con spunti anarchici e corporativi; estens., atteggiamento o movimento politico populistico e antiparlamentare
2 CO nel linguaggio giornalistico e politico, tendenza a utilizzare la magistratura come strumento per conseguire obiettivi politici
A giudicare dalla seconda definizione, il giustizialista mi sa che è proprio Berlusconi... dato che tende ad "utilizzare" la magistratura per conseguire obettivi politici.

Vi lascio all'articolo. Tenete a portata di mano un tranquillante....

Dal '94 al 2006 sono stati 789 i pm e i "magistrati interessati a sovvertire il voto degli italiani. Ci sono riusciti nel '94 non ci riusciranno in questa presente situazione", ha detto Silvio Berlusconi davanti alla platea della Confesercenti.

Raffiche di fischi e di 'buuuh' e solo qualche applauso per il premier che ha definito "i giudici e pm politicizzati" "una metatastasi della nostra democrazia".

"Sono sempre stato assolto per non aver commesso il fatto o perchè il fatto non sussiste, ha aggiunto Berlusconi, alzando il tono di voce. "Il mio interesse sarebbe stato quello di andarmene dalla politica e godermi i soldi che mi sono onestamente guadagnato".

"Sono indignato - prosegue - perche' vedo una democrazia in liberta' vigilata sotto il tacco dei giudici politicizzati. Cosi' stando le cose - conclude - non c'e' piu' possibilita' di dialogo con una opposizione che e' rimasta giustizialista".

"I cittadini hanno il diritto a esser governati da chi hanno scelto democraticamente: non posso accettare che un ordine dello Stato voglia cambiare chi e' al governo, ledendo il diritto dei cittadini, con accuse fallaci". Cosi' il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, tra le ripetute urla di riprovazione dell'assemblea dei Confesercenti attacca i giudici "politicizzati", definendoli "metastasi della nostra democrazia".

Fonte: rainews24

Approfondimenti: Berlusconi, 15 anni di guerra ai giudici

4 commenti:

sR ha detto...

ma perchè berlusconi conosce il significato di ciò che dice???

Federico ha detto...

"Il mio interesse sarebbe stato quello di andarmene dalla politica e godermi i soldi che mi sono onestamente guadagnato"

Ma perchè non l'ha fatto??? Perchè??? Perchè?!?!?!

sR ha detto...

Perchè vuole ancora altri soldi!

Pape Satan Aleppe ha detto...

Più che dell'indecenza di Silvio, mi lamento di quella degli italiani: sordi ed immobili come banchi di scuola ....

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva