martedì 17 giugno 2008

Star Wars, episode VII. The Emperor is Back

Avete visto per caso alcuni film di fantascienza dalle atmosfere cupe e apocalittiche? V for Vendetta in primis, ma anche 2022: i sopravvissuti (dal titolo originale di Green Soylent), e l'elenco potrebbe continuare... penso ad esempio a tutti quei film e telefilm degli anni '70, dalle trame alienanti, come ad esempio "il prigioniero" o al grande fratello di orwelliana memoria. Bene, a quanto pare la fantascienza è sempre più precisa della scienza nel prevedere il futuro.

In quei film, signori, ora ci siamo dentro.

Il grosso problema dell'umanità è che essa è intimamente convinta che le cose peggiori non possano accadere; chi le prevede o le paventa è un menagramo, uno jettatore... "ma no, non accadrà mai questo".

Peccato che poi, immancabilmente, accade.

Non so come stiano vivendo questo momento storico i televori, o coloro che non usano internet... coloro che non hanno preso la pillola rossa. Forse a loro sembrerà tutto normale, avvinti dall'incantesimo che l'Oscuro Signore ha steso su di loro. Ma qui, nel cyberspazio, l'orrore di ciò che accade è quasi tangibile. La paura, la rabbia, corrono nel web colorandosi di luce violetta, verde ed arancione fluo.

Non so neppure se chiedermi "dove andremo a finire", perchè temo che ci siamo già finiti.
Disobbedire se resterà l’ultima strada. Se il futuro che ci aspetta sancirà le nuove leggi del terzo governo Berlusconi, che è uguale al primo e al secondo, con buona pace di chi (non noi) si aspettava la stagione dello statista da consegnare alla Storia. Come se un miliardario di 72 anni potesse cambiare qualcosa, una virgola o un capello, delle proprie ossessioni e privilegi e prepotenze.

Dunque niente intercettazioni e niente notizie. Magistrati nella rete. Giornalisti in galera. Politici schermati dalla legge. Periferie presidiate. Campi nomadi circondati. Clandestini passibili di arresto. Carceri sempre più piene di soli poveracci: tossici, extracomunitari, gli ultimi dell’ultimo girone.

Mai più un banchiere molestato da indagini. Mai più un primario, né una clinica. Mai più un fabbricante di strade e di ponteggi pericolanti. Mai più i trafficanti di calciatori, di bond argentini e di sub prime. Mai più scalatori di banche e di assicurazioni.

Giornali e giornalisti obbligati al silenzio. Editori passibili di immediati ricatti, con perigliose battaglie legali, ritorsioni economiche, guerriglie normative senza fine. Oppure gentilmente blanditi dalle dolcezze del quieto vivere. E dal veleno di dossier (veri o falsi) ma ugualmente clandestini e clandestinamente compilati per allestire ricatti ideati da tutti gli spioni disponibili nei sottofondi della repubblica.

Disobbedire. Scrivere quel che si riesce (e riuscirà) a sapere. Usando i propri giornali se ci stanno, oppure l’ovunque planetario della Rete, oppure il ciclostile. Non piegare la schiena. Non rinunciare neanche un po’ a essere liberi.

4 commenti:

Pape Satan Aleppe ha detto...

La cosa peggiore è che in pochi si stanno accorgendo di tutto questo ...

sR ha detto...

io non vendo il mio cervello!mi arrestassero pure, sarò in buona compagnia...

Federico ha detto...

Non dobbiamo permettere che in futuro (perchè tenteranno di farlo) mettano le mani su internet e sui blogghisti.

anita ha detto...

Mi sembra così assurdo quello che sta accadendo...
@sr: quoto appieno

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva