martedì 30 settembre 2008

Ah ma allora la camorra esiste?


Ricordate cosa successe a Castelvolturno il 20 settembre? Vi rinfresco la memoria con l'articolo del bravo Pape Satan Aleppe:
Castelvolturno: ennesima strage di camorra in Campania. Secondo gli investigatori si tratta del solito regolamento di conti per il controllo dello spaccio di droga: i pusher africani probabilmente hanno tentato il salto di qualità sottraendosi al controllo del clan dominante dei Casalesi. E c’è da credere alla versione degli inquirenti: il “sistema” è molto efficiente quando si tratta di regolare i conti, ma non si può escludere che oltre gli obiettivi ci fosse il solito qualcuno che ha avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Di solito, dopo un omicidio di camorra, gli abitanti del luogo si chiudono in un triste silenzio. Sanno che non c’è sicurezza, sanno chi comanda, sanno il rischio che corrono, sanno anche che il “sistema” da lavoro dove non ce n’è, conoscono troppo bene la loro terra … Questa volta, però, a cadere sull’ asfalto, sono extracomunitari. Come già detto, molto probabilmente alcuni di loro sono coinvolti in qualche traffico illecito. Dopo la strage chiedono rabbiosamente giustizia, devastano cassonetti, rompono vetrine e capovolgono le auto sulle strade. Il tutto sotto l’attento occhio della polizia che li lascia fare. Non sanno che in quel territorio non c’è lo Stato, o meglio c’è ma e lo stato con la s minuscola. Pretendono in trenta/quaranta persone di cambiare quello che in cinquant’anni la politica e le istituzioni italiane non hanno saputo sradicare ma solo estemporaneamente tamponare. La prima cosa che ho pensato è stata “immagina se tutti i campani reagissero così …” Ma subito mi è venuto in mente il libro di Saviano. La camorra è talmente radicata nel devastato tessuto sociale campano e nell’ atavica mancanza di lavoro che ho subito scartato l’ipotesi come fantascientifica.
Ricordo le facce di quei "rivoltosi" viste al tg... facce spaventate, incredule. Le ho mentalmente confrontate con le facce dei cittadini campani ripresi magari il giorno dopo una consueta strage di camorra. Quale differenza... quale rabbia, quale orrore traspariva dai loro volti neri.

Beh, indovinate un pò, oggi tutti i sicari che compirono l'atto di sangue sono stati arrestati. Non vi sembra strano? Non c'è qualcosa di strano?

Per la prima volta una strage coinvolge anche gli immigrati; gli immigrati si incazzano; vengono immediatamente beccati i criminali.... tutto normale?

A me è squillato il campanellino del blogger: quel campanellino che solo noi "scettici" abbiamo impiantato nel cervello, e che squilla quando rileva qualcosa di inconsueto.

Come mai proprio in questo specifico caso son stati presi tutti i killers? Dopo decenni di stragi irrisolte? Dopo regolamenti di conti che vanno avanti da decenni?

Sarò prevenuto, sarò paranoico... ma ho come l'impressione che si sia risolto il caso per paura. Paura delle proteste, paura dell'esplosione della totalità degli immigrati italiani, già da mesi additati come gli unici responsabili della delinquenza nel nostro bel (?!) paese. Hanno avuto paura e hanno risolto la situazione prima che degenerasse.

Ma questo vuol dire... che volendo potrebbero sempre prendere i killer entro 10 giorni?

Guardateli in faccia. Ascoltate le loro parole.


4 commenti:

Pape Satan Aleppe ha detto...

Ma lo sai che non ci avevo pensato ... In effetti è atipico: una risposta come si deve di uno Stato sovrano. Non era successo praticamente mai. Forse perchè la strage ha fatto il giro di parecchi paesi stranieri, visto che le vittime erano straniere?
Boh, O forse semplicemente perchè l'unico testimone non ha avuto indugio ed ha parlato, subito. A differenza dell'omertà tipica di quella terra ...
Secpondo me c'è da riflettere parecchio sulla questione dell' omertà ... Vuoi vedere che proprio grazie a queste persone una lunga catena si spezza?

sR ha detto...

troppo ottimista papa, troppo ottimista

Alfiere ha detto...

C'è anche una terza possibilità: Che abbiano preso dei "delinquenti qualsiasi" e che li abbiano indicati come i responsabili della strage...

una sorta di capro espiatorio per placare gli animi

Federico ha detto...

Io credo semplicemente che non ci sia la volontà politica di sradicare la camorra, così come qualunque tipo di mafia. Il giorno dopo la strage, Saviano in una lettera a repubblica ha fatto nomi e cognomi degli assassini, ha ripetuto che tutti sanno chi sono, dove vivono, dove bazzicano, dove hanno le loro ville holliwoodiane, ma mai nessuno ha pensato di toccarli. E loro si sentono invinvcibili. Nel momento in cui lo stato mostra i denti (solo e soltanto in seguito a stragi eclatanti, solo e soltanto come reazione, mai come prevenzione) allora i pesci cascano nella rete.
Il problema è che, passata la sfuriata, tutto tornerà sotto silenzio, i capi catturati verranno prontamente sostituiti e tutto continuerà come prima. Ma tanto silvio ha detto che è stato dato il colpo di grazia alla camorra. quindi non c'è più da preoccuparsi.

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva