martedì 3 febbraio 2009

Non capisco

Il mondo sta andando a rotoli, e questo lo sapevo. Ogni notizia peggiora la situazione, ed a questo mi ero abituato. Vivo in un paese di scriteriati, e pure a questo ero abituato.

Come ogni martedì e giovedì, mi infilo in macchina facendomi il segno della croce e vado nel dojo di kendo, dove per un ora dimentico chi sono e dove vivo e lascio fluire il mio ki... faccio il segno della croce perchè arrivarci è un inferno. La gente guida sempre peggio (a Taranto ma non solo) e credo che anche questo sia un sintomo di quanto sia stressata e colma di rancore verso il mondo intero.

Bene, finita la palestra mi precipito alla tavola calda per godermi la mia meritata puccia... quand'ecco che la signora dietro il bancone mi si rivolge dicendo:

"secondo me è colpa dell'indiano!".

Dopo un attimo di smarrimento realizzo che parla dell'indiano bruciato a nettuno, e che in quel momento il tg5 stava passando quella notizia... "sicuramente sta scherzando", penso.

Le rivolgo un mezzo sorriso complice, seppur tale umorismo non sia proprio di mio gradimento. Al che lei continua, sorridendo:

"e poi il ragazzino di 16 anni non ha mica colpa... era ubriaco, e poi ricorda che lui non ha partecipato, e poi l'ha raccontato alla madre, eh!"

A questo punto qualche dubbio comincia ad insinuarsi... mica dirà sul serio?
Indeciso, continuo col mezzo sorriso complice mentre pago... cosa potrei dirle? Non posso di certo farle una scenata! E se poi scherza che figura ci faccio? Potrei dirle "guardi che non sono scherzi carini da fare", ma magari è solo colpa mia che non capisco l'humour tarantino!

la signora continua implacabile: "e poi è colpa sua, se avesse dormito a casa sua invece che su una panchina non l'avrebbero bruciato!"

Ah ok, allora è chiaro che scherza! Tiro un mezzo sospiro di sollievo... Che sciocco che sono! Il mezzo sorriso si produce in un "eh eh!" alquanto poco convinto, mentre prendo la mia puccia e vado via.





...non sono mica tanto sicuro di aver capito bene.

3 commenti:

SolarTime ha detto...

E' chiaro che l'informazione in Italia è una droga che crea dipendenza in chi ascolta programmi come i TG, senza un minimo di attenzione.

E' come se mentre si dorme, ci facessero ascoltare ininterrottamente un messaggio audio a ciclo continuo per il lavaggio del cervello...
Il problema è che questo forse funziona solo se si dorme. Appunto...

Federico ha detto...

Ma davvero ti è capitato?

Alfiere ha detto...

si, ieri... non era una metafora

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva