martedì 31 marzo 2009

COME RIPORTARE UNA NOTIZIA... ESEMPIO PRATICO

http://cargovessel.files.wordpress.com/2007/06/maschere.jpg
Oggi c'è un tripudio sui giornali e alla TV: Obama ha elogiato la FIAT! Ha detto di avere fiducia nella capacità della Fiat di risanare i problemi della Chrysler... Montezemolo ha ringraziato per il grande onore; immediatamente il Berlusca non ha perso occasione per elogiare le italiche virtù:

"E' certamente
per tutti gli italiani un riconoscimento della modernita' e
dell'eccellenza di una nostra importante impresa". Cosi' il
presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sulle parole
del presidente Usa, Barack Obama, rispetto all'intesa
Casualmente oggi ho letto quest'altro articolo che tratta di come Obama si stia preparando per i prossimi G20 e G8:
Intanto Obama, il leader dell'economia più forte del mondo dove pure si è generato questo ciclone, prosegue a tappe forzate verso il risanamento, o almeno verso dei provvedimenti che gli permettano di dire a Londra che ha già fatto il possibile e che ora tocca al resto del mondo dimostrare la propria volontà di uscire dalla crisi.

Il piano di Geithner per la pulizia dei bilanci delle banche dagli asset tossici con l'intervento dei privati nella manovra è stato il primo passo. La "cacciata" di Rick Wagoner dal vertice di General Motors e il no ai finanziamenti alle case automobilistiche di Detroit condizionato da piani di risanamento affidabili, "forti" e credibili sono stati il secondo. Gli effetti di questo "giro di vite" si vedranno anche in Italia, dove in pratica alla Fiat è stato imposto di allearsi con Chrysler prima che il Tesoro Usa la finanzi e non dopo (come precedentemente previsto): col dubbio sicuramente vivo a Torino in queste ore se proseguire nell'ardita conquista del gigante di Detroit o lasciarlo al suo destino rinunciando a un'occasione unica di ingresso nel mercato Usa in grande stile.
Ho voluto fare una verifica, ed ho controllato la stampa americana. Non ho avuto tempo di fare una ricerca esaustiva (Obama nei motori di ricerca tira fuori milioni di pagine), ma tutti gli articoli che ho visto citano la FIAT molto di sfuggita o comunque (da buoni giornalisti) da un puro punto di vista economico senza esprimere pareri. L'articolo più esplicitamente "buono" con la FIAT è il seguente:

The task force, which has been studying the auto industry since mid-February, said Chrysler's best hope for revival lies in a proposed partnership with Italy's Fiat SpA.

La task force [del governo degli Stati Uniti, ndr] che sta studiando l'industria automobilitica dalla metà di febbraio, ha dichiarato che la migliore speranza di rinascita per la Chrysler è costituita dalla proposta di alleanza con la FIAT.
La migliore speranza.. rispetto a quali alternative? Rispetto a una bancarotta controllata, si dice nell'articolo. Non ci sono altri competitori sulla Chrysler oltre alla Fiat. E nell'articolo de "La Stampa" si dice chiaramente che i torinesi se la stanno facendo sotto.

Quindi:

1) La Task Force per l'industria automobilistica ha dichiarato che la Fiat è la migliore speranza prima della bancarotta;

2) Obama ha detto che non caccia i soldi prima che Fiat e Chrysler abbiano chiarito le loro intenzioni.

Altro che complimenti alla Fiat... quello ci conosce ed ha paura che gli italiani prendono i soldi e scappano!!

Firmato: "L'Eremita"

------------------------------------------------------------

Per approfondire: che cos'è uno spin doctor?

mercoledì 25 marzo 2009

Dio non gioca a dadi..

Mi chiedevo come mai su Canale 5, Italia 1 e Rai Uno ci fossero simultaneamente dei film ad alta audience, tutti e tre in prima visione (rispettivamente Commedia Sexy, Eragon e The Sentinel)... poi mi sono accorto che anche su Rai Due c'era un programma abbastanza seguito come Voyager, e su Rete Quattro c'era Stranamore.

Ho dunque guardato LA7, per scoprire che c'era Exit, con Ilaria D'amico.... ecco scoperto l'inghippo! Ma no, parla di cibo ed impronta biologica, e non è un argomento così off limits! Non è abbastanza pericoloso da dover sviare l'attenzione del pubblico.. ma allora?

Infine ho messo su Rai Tre. E su Rai Tre c'era Roberto Saviano.

E allora ho capito.

Ma magari sono io che ormai penso male. Molto male.


lunedì 23 marzo 2009

"A tutti piace avere di più"


ROMA (20 marzo) - È pronto il decreto legge che consentirà al governo di varare in tempi rapidi il piano straordinario per la casa. La bozza del testo è di sette articoli e conferma la possibilità di ampliare fino a un massimo del 20% il volume delle abitazioni private.

Si fa molta fatica, a sinistra, a dire che la proposta di legalizzare quelli che oggi sono abusi edilizi è una cosa popolarissima.

Voglio dire, parla alla pancia di moltissimi italiani - quelli che hanno un balcone da trasformare in veranda, una villetta da innalzare di un piano, una casupola di legno in giardino che diventerà la stanza giochi del piccolo.

Sta qui, il genio del male: saper massaggiare e stimolare la parte peggiore di noi, quella che la nostra coscienza cerca di combattere ogni giorno, quella che antepone il proprio interesse particolare al benessere della comunità.

E’ come se a Roma liberalizzassero il parcheggio in doppia fila, o a Milano sui marciapiedi. E’ come se in una caserma dessero la libertà ai soldati di prendersi la prima donna che incontrano. E’ come se in una scolaresca delle elementari permettessero di spararsi con la cerbottana durante le lezioni. Tutti favorevoli, tutti contenti.

Combattere la devastante forza seduttiva della sanatoria edilizia preventiva è quasi impossibile. Implica una maturità, un senso di responsabilità e un sacrificio individuale che non è proprio di molti, soprattutto in Italia.

Hai voglia raccontare le devastazioni paesaggistiche, hai voglia spiegare che nel resto del mondo stanno percorrendo la strada opposta, cioè quella dell’affrontare la recessione attraverso investimenti ambientali. Bene che vada, ti guardano, ti sorridono, ti fanno sì con la stessa e poi chiamano l’impresa del cugino per iniziare i lavori di sopralzo.

"Diciamoci la verità..."

La verità è che la politica, ormai, è una pubblicità.

Energia Idroelettrica Intelligente


E' stata inaugurata lunedì 16 marzo 2009 a Villa Castelli (Brindisi) la prima centrale idroelettrica della Puglia. Ente proprietario della struttura è l'Acquedotto Pugliese.

La centrale è in grado di produrre 450 MWatt/h, sufficiente a fornire energia elettrica ad un Comune di circa 3.500 abitanti. Piccola cosa potrebbe sembrare, ma l'Acquedotto Pugliese è impegnato all'attuazione di un piano che prevede la realizzazione a regime di 10 centrali idroelettriche che sfruttano i salti d’acqua trasportata nelle condotte, l’installazione di impianti eolici e fotovoltaici su siti aziendali e la riconversione entro il 2010 di almeno il 30% degli acquisti verdi che sta facendo in forniture eco-compatibili. Al termine di queste attività programmate, l'Acquedotto Pugliese sarà in grado di produrre circa 33.000 MWatt/h, una quantità sufficiente a servire un Comune di 30.000 abitanti.

Sul suo sito internet così scrive l'Acquedotto Pugliese: «Tra i vantaggi ambientali derivanti dall'adozione del Piano, vi sono: la riduzione dei consumi di materie prime, l'aumento dell'efficienza energetica, la riduzione delle emissioni in acqua ed aria, la riduzione della produzione e della pericolosità dei rifiuti. Il Piano è quindi uno strumento strategico trasversale in grado di agire su più problemi ambientali contemporaneamente».

La centrale idroelettrica di Villa Castelli sfrutta il dislivello di circa 120 metri esistente tra la camera di carico di Montefellone e la camera smorzatrice di Contrada Battaglia. Per produrre energia elettrica viene sfruttata l'energia cinetica naturale provocata dal salto dell'acqua, tramite l’installazione a valle di una turbina. La ruota della turbina è a fusione unica in acciaio inossidabile. Direttamente accoppiato alla turbina vi è un alternatore asincrono del tipo trifase, lubrificato a grasso.

La centrale idroelettrica di Villa Castelli è all’avanguardia sotto l’aspetto tecnico e gestionale. Completamente automatizzata, è altresì dotata di un sistema di telecontrollo e di telecomando a distanza. Questa centrale non è nuova, già esisteva nel 1929. Ha prodotto energia elettrica fino al 1971. Oggi, a distanza di quasi 40 anni, grazie all’impiego di nuove tecnologie ed all’impegno dell’Acquedotto Pugliese, è nuovamente in esercizio.
http://3.bp.blogspot.com/_ajQb7aB_1DE/ScAJccjPBzI/AAAAAAAAAqE/33mL1ac9zBo/s320/Centrale+idroelettrica+Villa+Castelli1.JPG

mercoledì 18 marzo 2009

Non aver paura!


Non aver paura, apriti agli altri, apriti ai diritti from Strayorange on Vimeo.

Campagna nazionale contro il razzismo,
l'indifferenza e la paura dell'Altro

Più di quattro milioni di persone di origine straniera vivono oggi in Italia. Si tratta in gran parte di lavoratrici e lavoratori che contribuiscono al benessere di questo Paese e che lentamente e faticosamente, sono entrati a far parte della nostra comunità.

Persone spesso vittime di pregiudizi e usate come capri espiatori specialmente quando aumentano l’insicurezza economica e il disagio sociale.

Chi alimenta il razzismo e la xenofobia attraverso la diffusione di informazioni fuorvianti e campagne di criminalizzazione fa prima di tutto un danno al Paese. L’aumento degli episodi di intolleranza e violenza razzista a cui assistiamo sono sintomi preoccupanti di un corto circuito che rischia di degenerare e che ci allontana dai riferimenti cardine della nostra civiltà.

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella Costituzione italiana e nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, senza distinzione alcuna di nazionalità, colore della pelle, sesso, lingua, religione, opinione politica, origine, condizioni economiche e sociali, nascita o altro.

Sono questi i principi fondamentali che accomunano ogni essere umano e costituiscono la base di ogni moderna democrazia.

Una società che si chiude sempre di più in se stessa, che cede alla paura degli stranieri e delle differenze, è una società meno libera, meno democratica e senza futuro.

Non si possono difendere i nostri diritti senza affermare i diritti di ogni individuo, a cominciare da chi è debole e spesso straniero. Il benessere e la dignità di ognuno di noi sono strettamente legati a quelli di chi ci vive accanto, chiunque esso sia.

FIRMA ANCHE TU

Vi prego di diffondere quest'iniziativa sui vostri blog

martedì 10 marzo 2009

The Butterfly Effect


Si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo.

Dunque, sappiate che stamattina un certo Vikram Pandit ha inviato una lettera ai propri dipendenti di citigroup (colosso bancario statunitense salvato dagli aiuti statali), dicendo loro che - che bello che bello - nei primi due mesi del 2009 hanno realizzato degli utili.

E qui potrebbe scattare un "BRAAAVI BRAAAVI BRAAAAVI" sul modello Katiana, ma... colpo di scena! Stasera le borse MONDIALI sono intorno al +5%!

Nella recessione mondiale più nera, un banchiere statunitense scrive una lettera ottimista ai propri dipendenti e la sera stessa... l'intero mondo è ribaltato. Chissà quante persone non saranno licenziate dopo questa lettera.... chissà quante aziende non chiuderanno.

E se il mio amico Vikram avesse scritto in un momento di sfogo che stamattina aveva litigato con la moglie, allora che sarebbe successo? Saremmo tornati all'età della pietra? Suicidio di massa?

Ma per quale motivo la vita della famiglia di un metalmeccanico brianzolo o di una sarta di Shanghai deve dipendere dagli introiti di una banca statunitense?

Ditemi quel che volete, ma sono sempre più convinto che il sistema economico moderno.... "è una cagata pazzesca!"

lunedì 9 marzo 2009

Meglio di Petrolini



Usciremo dalla crisi prima, meglio e più forti degli altri.

Bravo!

Grazie!

domenica 1 marzo 2009

Preparatevi alla prossima emergenza:

Prossima emergenza: stupratori assassini pedofili clandestini.

A seguire: antifascisti violenti.

Art. 1 bis

L'Italia è una Repubblica Ipocrita fondata sulle Emergenze.

Emergenza odierna: ODIO E AMORE

Emergenze "risolte"
(?): CANI KILLER, STUPRI, RIFIUTI, TERREMOTO, FEBBRE SUINA, , PETROLIO, ALITALIA, MALTEMPO ,SICUREZZA , IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GIUSTIZIA AD OROLOGERIA,NOEMIGATE, RIFIUTI IN SICILIA... la lista non è da ritenersi esaustiva